Scopriamo insieme chi sono i protagonisti dietro le quinte del Festival di Sanremo, gli “stylist” ovvero coloro che curano i look degli artisti in gara.

Noi vi consigliamo di seguirne alcuni su Instagram.

Si è conclusa la 72esima edizione del Festival di Sanremo, e come vi avevamo anticipato nel nostro precedente articolo noi non abbiamo perso una puntata. Quest’anno l’abbiamo trovato innovativo, giovane e divertente grazie anche al “Fantasanremo”, idea a dir poco geniale che ha regalato momenti di ilarità sia sul palco, sui social, Twitter in primis, e nelle case degli spettatori. Ha svecchiato il festival, ha avvicinato i giovani ai “meno giovani” davanti alla televisione in attesa di un “ciao zia Mara” o di un “papalina” detto a sorpresa anche durante la performace canora. Ma il Festival di Sanremo quest’anno come non mai prima, è stato anche un momento di grande attenzione verso la moda e i dettagli. Tutto questo grazie al grande lavoro dietro le quinte degli stylist, figura che negli USA fa già da padrona seguendo star di ogni calibro mentre in Italia il cambiamento è nell’aria e già nella scorsa edizione abbiamo assistito a look eccentrici e originali proprio grazie agli stylist.

Ma… di cosa si occupa lo Stylist?

Il Fashion Stylist è una figura ben diversa dallo stilista, è infatti un professionista in grado di mettere in luce un qualsiasi prodotto e promuoverlo in tutte le sue fasi. Può collaborare con riviste di moda o nella pubblicità aziendale ma il suo compito più attuale è coordinare i vestiti indossati da modelle e modelli a una sfilata, o sceglierli per i personaggi famosi. In pratica abbina le esigenze di registi, fotografi e art director per campagne pubblicitarie e e produzioni cinematografiche o televisive, coordinando anche il reparto trucco e capelli.

Richiede profonde ricerche di archivio, fantasia, originalità, creatività, grande attenzione alle tendenze moda e capacità di interpretare la personalità degli artisti che segue e dei marchi che ha selezionato. Si diventa Fashion Stylist attraverso specifici corsi nelle scuole di moda e sicuramente un’importante formazione culturale e artistica possono facilitare il percorso formativo e nella professione.

E quanto può guadagnare un Fashion Stylist?

Non c’è uno stipendio definito, tutto dipende dall’ambito lavorativo e dall’area geografica in cui opera, per esempio lavorare in una redazione è molto diverso dal dare consulenze di stile o seguire sfilate di moda, ma al giorno d’oggi i guadagni possono essere davvero molto alti. Se il mondo della moda ti affascina ci sono scuole per imparare le “armi del mestiere” ma ricorda che occorre dedizione, passione e tanta tanta diplomazia!

achille lauro sanremo veste gucci

Nick Cerioni veste Achille Lauro a Sanremo 2021 in Gucci

Gli stylist al Festival di Sanremo 2022

Per brand e stilisti non c’è una vetrina migliore del Festival di Sanremo, che per una settimana si trasforma in una vera e propria passerella di moda. In questa edizione più che mai abbiamo assistito a vere e proprie realizzazioni artistiche, grazie a giovani stylist frizzanti che meritano di essere seguiti soprattutto su Instagram, social di immagini per eccellenza, per la loro bravura e per spunti sulle tendenze moda future. Da Mahmood, Blanco, Elisa. Achille Lauro fino a Emma e Francesca Michielin tutti si sono affidati agli stylist per le esibizioni cambiando outfit ogni serata a volte anche cambiando stilista. Il risultato è stato fantastico, con look eccellenti dal gusto classico o altri più scenografici, ma sempre di grande effetto.

Conosciamo insieme questi giovani stylist: il nostro consiglio è di seguirli su Instagram perché non deluderanno le aspettative.

Nick Cerioni

Nicolò “Nick” Cerioni è uno stylist e direttore creativo italiano fondatore di Sugarkane Studio. A vent’anni si laurea all’Istituto Europeo di Design e la passione per la moda incontra quella per la musica, che ha un ruolo fondamentale nella definizione del suo percorso professionale. Infatti, muove i primi passi nel mondo dello styling presso MTV nel 2007, dove cura il look nei programmi televisivi della casa di produzione.

Nick comincia ad approcciarsi anche alle case discografiche e tra queste, la Emi, Sony, Universal, fino ad approdare al Festival di Sanremo. Collabora con Jovanotti da 10 anni, ma vanta anche altre collaborazioni con alcuni dei più importanti cantanti italiani, tra cui Laura Pausini, i Maneskin, Achille Lauro. Per alcuni cantanti e gruppi, come per Achille Lauro, Maneskin e Orietta Berti, Cerioni ha realizzato il look per Sanremo 2021.

Cosa ci possono insegnare gli stylist di Sanremo?

Di sicuro possiamo imparare due cose.

La prima: osare non è mai troppo e la seconda è che per la PE 2022 il rosa sarà il color top per donne e uomini. Da Sangiovanni a Aka7seven fino alla super ospite, per altro stupenda, Drusilla, il rosa ha spopolato. Ma soprattutto ricordiamoci che dobbiamo vestirci come ci fa stare bene, non lasciandoci condizionare dal giudizio altrui che troppe volte è fuori luogo e nessuno ci può conoscere meglio di noi stessi.

il nostro motto è “Be Yourself”, cioè sii te stess*, la vita è una cosa meravigliosa e se l’accompagni con la tua colonna sonora preferita sarà stupenda!

a presto

Stefano & Enry